Il giro dei Quattro Passi SellaRonda – Nel cuore ladino delle Dolomiti

Al momento stai visualizzando Il giro dei Quattro Passi  SellaRonda – Nel cuore ladino delle Dolomiti

Il tracciato, interamente su asfalto e con pendenze non particolarmente proibitive, si snoda per 60 km: partendo dal campeggio di Canazei (1.456 mt), si affronta per primo il Passo Pordoi (2039 mt), si scende quindi ad Arabba (1.602 mt), si risale al Passo Campolongo (1.850 mt) e si scende nuovamente a Corvara (1.568 mt). Seguono infine il Passo Gardena (2.119 mt) e il Passo Sella (2.230 mt).

Questo anello prende il nome da quello dato a quello delle piste da sci e permette di vivere, conoscere e valorizzare le più belle località dolomitiche:  Alleghe, Livinallongo, Arabba, il passo Pordoi, il passo Sella su cui svettano imponenti da togliere il fiato la parete del Sass Pordoi e il Piz Ciavazes e il gruppo del Sassolungo , Ortisei, il passo Gardena, Corvara in Badia, il passo Campolongo, Arabba, Moena, Canazei e il passo Gardena.

L’anello del SellaRonda non è troppo impegnativo per un cicloturista esperto, tuttavia le salite ciclistiche delle Dolomiti non sono mai da sottovalutare, sia per le quote che si raggiungono (oltre i 2000 m), sia peri cambi repentini di clima, sia per la mancanza di tratti intermedi di recupero: si passa direttamente dalle salite alle discese, spesso in maniera improvvisa. Per questo occorre valutare bene  da dove cominciare e quando effettuare il giro: si consiglia in una delle due giornate “Sellaronda Bike Day”, perché la strada viene chiusa al traffico. Si può partire da Alleghe o da Moena ed anche dalla Val Badia o dalla Val Gardena ma, per un giro più breve e meno impegnativo, la partenza più consigliabile è da Pieve di Livinallongo che permette di evitare le impegnative salite da Alleghe ad Arabba o la trafficata strada della Val di Fassa fino al bivio tra il Sella ed il Pordoi.

Partendo da Alleghe, invece, il  tratto pianeggiante fino a Caprile  permette di riscaldarsi prima di affrontare l’impegnativa salita di Digonera e Pian Salesei per raggiungere la statale 48 delle Dolomiti in prossimità di Andraz. Il  tratto di falsopiano di Livinallongo fino ad Arabba  permette di preparare la lunga salita del Pordoi. La salita del Sella, dal bivio per Canazei, è più breve ma presenta i tratti più ripidi.

Ulteriore variante è evitare il passo di Campolongo e, da Corvara, scendere fino a La Villa (5 km.), dove si svolta ad affrontare però l’impegnativo passo di Valparola (13 km raggiungendo i m.2.200) e la brevissima discesa al passo Falzarego. Da qui si scende verso il bivio di Cernadoi e Alleghe.

Mappa de Il Giro dei Quattro Passi - SellaRonda

Powered by Wikiloc

Caratteristiche del Percorso

Il tracciato proposto qui si riferisce al Sella Ronda Bike Day. 

Accoglienza

Hai un centro noleggio Bici nella zona di questo itinerario e vorresti promuovere i tuoi servizi qui? Scrivi a info@biketouritalia.it . Ti contatteremo al più presto per darti tutte le informazioni.

Gestisci un bikehotel, un ristorante o un agriturismo  nella zona di questo itinerario e vorresti promuovere la tua attività? Scrivi a info@biketouritalia.it . Ti contatteremo al più presto per darti tutte le informazioni.

Organizzi escursioni nella zona di questo itinerario e vorresti promuovere la tua attività? Scrivi a info@biketouritalia.it . Ti contatteremo al più presto per darti tutte le informazioni.

Informazioni Turistiche

Passo Pordoi

Il passo Pordoi (detto anche la terrazza sulle Dolomiti) è un valico alpino delle Dolomiti posto a 2239 metri slm e situato tra il Gruppo del Sella a nord e il gruppo della Marmolada a sud.
Collega Arabba, in provincia di Belluno, con Canazei, nota località turistica in Val di Fassa in provincia di Trento.

Il passo Pordoi si trova nel cuore delle Dolomiti, elette Patrimonio Universale dell’Umanità e forma il cosiddetto Sellaronda o Giro dei 4 Passi con il Passo Campolongo, il Passo Sella e il Passo Gardena.

Immagini e descrizioni al sito:

Sella Ronda

Passo Campolongo

Il passo Campolongo (lad. Ju de Ćiaulunch) è un valico alpino delle Dolomiti posto a 1.875 metri slm, tra Veneto e Trentino Alto Adige, che mette in collegamento Livinallongo del Col di Lana, in Provincia di Belluno e Corvara in Val Badia.

Il passo Campolongo si trova nel cuore delle Dolomiti, elette Patrimonio Universale dell’Umanità e forma il cosiddetto Sellaronda o Giro dei 4 Passi con il Passo Pordoi, il Passo Sella e il Passo Gardena.

Immagini e descrizioni al sito:

Sella Ronda

Passo Gardena

Il Passo Gardena (in tedesco Grödner Joch, in ladino badiot Ju de Frara, in ladino gardenese Jëuf de Frea) è un valico alpino delle Dolomiti posto a 2.121 metri slm fra la Val Gardena e la Val Badia, tra il Gruppo del Sella a nord e il Gruppo del Cir a sud. Il passo mette in comunicazione la località di Selva di Val Gardena con la frazione di Colfosco nel comune di Corvara in Badia.

Il passo Gardena si trova nel cuore delle Dolomiti, elette Patrimonio Universale dell’Umanità e forma il cosiddetto Sellaronda o Giro dei 4 Passi con il Passo Campolongo, il Passo Sella e il Passo Pordoi.

Siamo anche nel cuore del Parco naturale del Puez-Odle, un’area naturale che racchiude principalmente due gruppi montuosi: il gruppo del Puez e il gruppo delle Odle, entrambi appartenenti alle Dolomiti di Gardena. La flora del parco è ricca e variegata. I boschi profumano di pino cembro e di larice, impiegati anche come essenze naturali nei centri benessere.

Immagini e descrizioni al sito:

Sella Ronda

Passo Sella

Il Passo Sella, (in ladino Jëuf de Sella, in tedesco Sellajoch) è un valico alpino delle Dolomiti posto a 2240 metri slm, fra il Sassolungo e il Gruppo del Sella, funge da collegamento tra la Val di Fassa e la Val Gardena.

Il passo Sella si trova nel cuore delle Dolomiti, elette Patrimonio Universale dell’Umanità e forma il cosiddetto Sellaronda o Giro dei 4 Passi con il Passo Campolongo, il Passo Pordoi e il Passo Gardena, famosissimo giro sciistico del comprensorio Dolomiti Superski. Numerosi gli itinerari a piedi anche d’Estate con viste panoramiche indimenticabili.

Nella zona del passo, infatti, si trova l’area naturalistica nota come Città dei Sassi, un labirinto di massi e alberi che è stato dichiarato, dall’UNESCO, patrimonio dell’umanità e che, negli ultimi anni, è diventato uno dei luoghi culto per tutti gli amanti dell’arrampicata libera.

Immagini e descrizioni al sito:

Sella Ronda