Giro panoramico sopra le colline del lago Trasimeno

Partenza e rientro da Passignano sul Trasimeno

Giro panoramico sopra le colline del lago Trasimeno

In sintesi...

Caratteristiche

  • Partenza: Passignano sul Trasimeno
  • Arrivo: Passignano sul Trasimeno
  • Tempo di percorrenza: 2h 29′ 
  • Lunghezza:  19.53 km
Powered by Wikiloc

Vuoi affrontare questo percorso con una guida MTB Esperta? Puoi rivolgerti a: 

Jacopo Brunelli

Vuoi noleggiare una e-bike per questo itinerario? Puoi rivolgerti a: 

LAKE BIKE STORE

Clicca sul logo per il sito

Descrizione del tragitto

Partenza dal paese di Passignano sul Trasimeno, poi si percorre una bella strada panoramica in salita fino ad arrivare a Poggio belveduto. Da lì si snodano diversi sentieri di tutte le difficoltà, con fondi sterrati e panorami mozzafiato. In seguito prenderemo un sigle treck in discesa che ci riporterà al Paese di Passignano, costeggiando una bellissima ciclabile a bordo lago. A fine giro si potrà sostare a bordo lago ad ammirare le bellezze del lago e delle sue colline circostanti.

Da vedere

STORIA

Sul territorio, abitato dagli Etruschi e dai Romani, si fermarono le truppe di Annibale (217 a.C.) per decimare le truppe romane sconfitte nella famosa battaglia del Trasimeno, ma anche i Goti, i Longobardi e i Bizantini che si contendevano il controllo del territorio.

 

ARTE, CULTURA, AMBIENTE

Il nucleo più antico della città mantiene intatto l’aspetto di borgo fortificato, racchiuso entro la cinta di mura medioevali, della quale sopravvivono le porte di accesso e le torri come la cosiddetta Torre di Ponente, che ancora custodisce lo stemma del Comune.

Nel punto più alto del paese sorge la Rocca, di epoca medievale, al cui interno è allestito il Museo delle Barche, dove sono esposte alcune imbarcazioni del Lago Trasimeno, di Piediluco, del Padule di Fucecchio, oltre al “Fassoi”, barca realizzata con piante palustri, dello Stagno di Cabras, in Sardegna.

Tra gli edifici di pregio artistico si segnalano la Chiesa di San Cristoforo, chiesa del cimitero, antica Pieve costruita prima del 1000 sulle rovine di un precedente tempio pagano, la quattrocentesca Chiesa di San Rocco, la Chiesa di San Bernardino.

Notevole il cinquecentesco Santuario della Madonna dell’Uliveto, al cui interno si conservano opere pittoriche e scultoree di pregio come la Madonna col Bambino in pietra arenaria di Ascanio da Cortona.

Nei dintorni merita una visita il piccolo borgo di Castel Rigone, splendida terrazza panoramica sul Trasimeno, dove si trova il Santuario della Madonna dei Miracoli, considerato uno dei capolavori del Rinascimento umbro.

Tutto il territorio è ricco di testimonianze ambientali: da Passignano si raggiungono in battello l’Isola Polvese e l’Isola Maggiore, dove si possono visitare la Chiesa Romanica di San Salvatore, del XII secolo, e quella di San Michele Arcangelo (XIV secolo).

Leggi di più sul sito: https://www.umbriatourism.it/it/passignano-sul-trasimeno

 

STORIA

Centro etrusco-romano, nel VII secolo divenne la potente “Castrum Plebis”, sorta attorno alla Pieve dei Santi Gervasio e Protasio. Nel 1188 fu sottomessa a Perugia e, sotto Federico II di Svevia, il libero Comune assunse l’attuale assetto urbanistico (1250).

L’instabilità politica e militare continuò fino al 1600 quando Città della Pieve entrò a far parte dello Stato Pontificio divenendo un centro amministrativo e religioso importante. Rimase sotto il dominio della Chiesa (salvo la parentesi napoleonica) fino al 1860.

 

ARTE, CULTURA, AMBIENTE

Il centro storico mantiene l’impianto urbanistico originario tipicamente medievale sul quale si sono innestati elementi architettonici di gusto rinascimentale, barocco, rococò, neoclassico, che evidenziano la vitalità artistica della città. Da visitare la Cattedrale dei Santi Gervasio e Protasio (Duomo), che conserva le opere di due grandi pittori di Città della Pieve, il Perugino e il Pomarancio, e l’Oratorio di Santa Maria dei Bianchi, dove si trova la straordinaria “Adorazione dei Magi” del Perugino.

Oltre alla torre Civica, eretta nel XII secolo, e la torre del Vescovo, torrione di avvistamento edificato probabilmente nel 1326, notevoli sono la Rocca (1326), con cinque torri, il Palazzo della Corgna (XVI secolo), sede della biblioteca comunale e di esposizioni temporanee, palazzo Bandini (XVI secolo) e palazzo Baglioni, del XVIII secolo.

Fuori dalle mura cittadine si trovano la chiesa di Sant’Agostino, di San Francesco, oggi santuario della Madonna di Fatima, la chiesa di Santa Maria dei Servi, con l’affresco del Perugino raffigurante la Deposizione dalla Croce, e la chiesa di Santa Lucia.

Una curiosità: lungo via Vannucci si incontra il “vicolo Baciadonne“, considerato il vicolo più stretto d’Italia per la sua larghezza che varia dai 50 ai 60 centimetri.

Nei dintorni, poco fuori la città, si incontra Santa Maria degli Angeli, eremo francescano che ha l’aspetto di una costruzione gotica con campanile a vela.

La collocazione in un’area di confine rappresenta un elemento caratteristico del paesaggio, nel quale si intrecciano armonicamente impronte umbre, toscane e laziali, impreziosite dalla grazia dell’ambiente naturale: colline morbide che si colorano della luminosità magnetica sprigionata dai dipinti del Perugino, del verde argentato che incornicia la campagna intorno al suo splendido borgo, che esalta le forme addolcite dei campi coltivati, e del rosato intenso del cotto, eco dell’antica tradizione locale nella fabbricazione del laterizio prodotto in loco fin dagli inizi del Duecento.

Leggi di più sul sito: https://www.umbriatourism.it/it/citta-della-pieve

Dove Mangiare

Ristorante Pizzeria 4 Camini – Piazzale Eduardo Acton, 2, 06065 Passignano sul Trasimeno PG

Telefono: 075 827249

 


Osteria del Carro  – Via della Libertà 6 06065 Passignano sul Trasimeno PG

Info e Prenotazioni

Puoi prenotare uno o più tavoli semplicemente telefonando al nostro numero:
+39 075827898

Sito web: http://www.osteriadelcarro.it/

Dove Dormire

Sei un noleggiatore, hai un Bike Hotel o offri servizi per il Cicloturismo e vuoi condividere un percorso come questo?

Contattaci per proporre il tuo itinerario e condividilo con tutti gli appassionati (come te!)