La Riviera Friulana

Al momento stai visualizzando La Riviera Friulana

LA RIVIERA FRIULANA è un percorso ad anello che si snoda verso la riviera
adriatica e la laguna, attraversando la bassa pianura; è dedicato non solo agli amanti del mare, ma
anche a quanti vogliono passeggiare nei piccoli boschi e amano scoprire il fascino dell’archeologia e
della storia. Attraverso i paesaggi lagunari e seguendo i ritmi piatti e dolci della pianura, il cicloturista
potrà indugiare lungo la costa dell’Alto Adriatico, lambire le lagune di Grado e Marano, spingendosi
fino alla città romana di Aquileia, con la sua incantevole Basilica e l’importantissimo sito archeologico,
entrambi dichiarati dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità.
Il percorso ciclabile è lungo circa 192 km, parte da Cervignano del Friuli ed è ad anello; se però si vuole
accorciare il tragitto, sono stati previsti dei punti di rientro anticipato: da Torviscosa rientrando a
Cervignano , da Villanova a Malisana rientrando a Cervignano , da Palazzolo dello Stella a Precenicco poi Marano e Villanova

Mappa

Caratteristiche del Percorso

Partenza dalla stazione FS di Cervignano del Friuli
Lunghezza del tracciato: 192 km
Dislivello complessivo in salita: 90 m circa
Altitudine minima: 1 m s.l.m. (linea di costa)
Altitudine massima: 11 m s.l.m. (Paradiso)

Accoglienza

Hai un centro noleggio Bici nella zona di questo itinerario e vorresti promuovere i tuoi servizi qui? Scrivi a info@biketouritalia.it . Ti contatteremo al più presto per darti tutte le informazioni.

Gestisci un bikehotel, un ristorante o un agriturismo  nella zona di questo itinerario e vorresti promuovere la tua attività? Scrivi a info@biketouritalia.it . Ti contatteremo al più presto per darti tutte le informazioni.

Organizzi escursioni nella zona di questo itinerario e vorresti promuovere la tua attività? Scrivi a info@biketouritalia.it . Ti contatteremo al più presto per darti tutte le informazioni.

Informazioni Turistiche

Castello di Sopra di Strassoldo

Strassoldo
Il Castello di Sopra, l’antica porta Cistigna, il palazzo signorile e l’elegante giardino racchiuso da
corsi d’acqua, la chiesa di San Nicolò, Castello di Sotto, la caratteristica pusterla cuspidata, la
chiesetta di San Marco, la medievale chiesetta di Santa Maria in Vineis, fuori del circuito murato,
con raffinato ciclo di affreschi: una delle pagine più felici della pittura friulana del Trecento.

Casa Lorenzetti Corgnolo

Da visitare a Corgnolo
Casa Lorenzetti, con annesso un mulino risalente al XVIII secolo e, a nord,
casa Rovere, in passato usata come casa fortificata e successivamente come
sede della Dogana veneziana.

Lignano - Chiesetta di Santa Maria

Nell’ampia zona verde che separa Sabbiadoro da Pineta (oggi proprietà GETUR) si trova la Chiesetta di Santa Maria, una delle costruzioni più antiche di Lignano Sabbiadoro, risalente al XV secolo.

In origine sita nella vicina località di Bevazzana, sulla riva sinistra del Tagliamento, negli anni 1965-1966 è stata ricostruita nella posizione attuale, in quanto stava per essere spazzata via dalla rovinosa piena del fiume.

Molto interessanti sono gli affreschi che adornano la chiesetta, databili ad un periodo vicino al XV secolo. Nella chiesetta sono anche conservate alcune opere di scultura di Giovanni Antonio Pilacorte.

Una curiosità vuole che il fantasma di Papa Gregorio XII aleggi tra le pareti della chiesetta di Santa Maria del Mare. La leggenda è legata all’episodio secondo cui, inseguito dalle milizie di feudatari ribelli, il papa si rifugiò nella chiesetta di Santa Maria prima di imbarcarsi verso il mare aperto.

Chiesa Madonna della Neve a Titiano

@Credit http://www.andreacollovati.com

Precenicco -Chiesa Madonna della Neve a Titiano 
La costruzione originaria risale al XIII secolo, ma l’edificio sembra molto più antico, di matrice bizantina. Radicali lavori di
ristrutturazione devono essere stati eseguiti nel XIV e alla fine del XV – inizio XVI secolo; al XVII secolo risale la costruzione
del portico e della prima sacrestia, quando la proprietà della chiesa passò dai Teutonici ai Gesuiti. Successivamente venne
costruita sul tetto la torre di dogana austriaca, funzionante fino al 1797. Negli anni 1949-1950 la chiesa è stata sottoposta
ad un rimaneggiamento integrale. L’edificio attuale presenta aula rettangolare con travatura a vista ed un’abside quadrata
con volta a crociera, precedute da un ampio portico ad arcate a tutto sesto sui fronti laterali, e ad arco ribassato sul fronte
maggiore; sul tetto del portico è posta una monofora campanaria. All’interno si conservano tracce di affreschi assai
deteriorati, ma ancora leggibili del XVI secolo, stilisticamente vicini ai modi della scuola Sanvitese.
La chiesa conservava inoltre sculture lignee ora nel Museo Diocesano di Arte Sacra di Udine.

Muzzana del Turgnano - Bosco Baredi

Sono considerati un relitto della vastissima foresta che in epoca romana si estendeva dal fiume
Livenza al fiume Isonzo (Silva Lupanica). I periodi consigliati per la visita sono l’inizio della
primavera e la fine dell’estate quando fiorisce il sottobosco.

Immagine di Renzo Casasola – Link al sito 

Marano

Territorio della Repubblica di Venezia per quasi 400 anni, il Borgo storico marinaro di Marano Lagunare è molto orgoglioso di questo passato che si percepisce ancora dovunque: nell’aspetto del centro storico, nel dialetto, nell’economia che assegna alla pesca un ruolo di fondamentale importanza, nella gastronomia tipicamente marinara.

Aquileia


Fondata nel 181 a. C. sulle rive del fiume allora navigabile, oggi offre magnifiche vestigia, incomparabili mosaici e un’ospitalità indimenticabile. Fu città imperiale, una delle
più grandi e floride conosciute in epoca romana, e poi città patriarcale, Principato indipendente fino alla conquista di Venezia nel 1420.
Da visitare tutta la città ma da non perdere la Basilica (con l’eccezionale tappeto musivo) e l’area archeologica, che sono beni UNESCO Patrimonio dell’Umanità, il Museo Archeologico ed il Museo Paleocristiano.