Ciclovia dell’Oglio 3^ tappa: da Iseo a Pontevico

280 km di paesaggi sempre diversi e dal grande fascino, direttamente dalle cime dell’Alta Valle Camonica alla pianura bresciana passando per il lago d’Iseo e la Franciacorta.

Pedala dalle vette contorniate da ghiacciai perenni del Gruppo dell’Adamello, prosegui attraverso il fondovalle della Valle Camonica sino alle sponde del Lago d’Iseo che, immergiti nei parchi fluviali dell’Oglio Nord e Oglio Sud.

Siamo arrivati così al terzo itinerario: dal Lago d’Iseo a Pontevico. 

Caratteristiche

  • Partenza:  Iseo
  • Arrivo:  Pontevico  
  • Lunghezza:  82.6 km

Ciclovia dell’Oglio: 3^ tappa: da Iseo a Pontevico - Mappa

Powered by Wikiloc

Itinerario della 3^ tappa della Ciclovia dell’Oglio: : da Iseo a Pontevico

Il fiume Oglio, dopo aver percorso l’intera Valle Camonica gonfiandosi di numerosi affluenti si getta nel Lago d’Iseo, costeggia la Franciacorta e giunge in Pianura Padana sino al Po.

Nel tratto di 90 km, dall’incile del Sebino fino alla foce con il fiume Mella, si estende il Parco Oglio Nord. Un territorio dove l’Oglio costituisce il confine naturale fra le terre delle Provincie di Bergamo, Brescia e Cremona.


Per questo, da sempre conteso e bramato, prezioso per la vita e il lavoro. Durante il suo tragitto interseca paesi e campagne ed è Lui che in tanti anni ha permesso ricchezza e benessere in questo angolo di Lombardia.

Lo scorrere del fiume e l’opera dell’uomo per contenerne la forza e modularne la capacità, hanno plasmato il paesaggio circostante creando scorci naturali, rurali e storico – artistici meravigliosi, racchiusi oggi entro i limiti del parco regionale fluviale.

All’interno del Parco ritroviamo molte aree importanti dal punto di vista naturalistico, che accrescono quindi l’importanza dell’istituzione dell’area protetta e il suo ruolo nella conservazione della biodiversità.

Ciclovia dell’Oglio: cosa c'è da vedere da Iseo a Pontevico

Capoluogo del lago e animata cittadina commerciale e turistica, Iseo conserva la conformazione dell’antico borgo medievale con la caratteristica struttura a vicoli e case torri.. Agli amanti della storia e dell’arte, Iseo offre interessanti scoperte:

  • Piazza Garibaldi, circondata da edifici con portici, ospita il primo monumento eretto in Italia a Garibaldi (1883), il Municipio (1830) già Palazzo dei Grani, opera dell’architetto Vantini, e la chiesa di Santa Maria del Mercato (XIV sec.).
  • Castello Oldofredi (XII sec.), antica roccaforte, è un’imponente struttura in pietra che domina l’abitato. Oggi il castello è luogo di appuntamenti culturali e sede del Museo delle Due Guerre. Nelle vicinanze, da non perdere, il Santuario Madonna della Neve (XVII sec.).
  • Pieve di Sant’Andrea, di antiche origini, ha la facciata caratterizzata dal romanico campanile centrale. Conserva un “San Michele Arcangelo” di Francesco Hayez. Sulla stessa piazzetta si trova la chiesa di San Silvestro del XIII secolo: nell’abside è affrescata una “danza macabra”.
  • Palazzo dell’Arsenale, in origine armeria e successivamente magazzino mercantile, oggi è sede di mostre d’arte.

Lago di Iseo, incastonato tra le province di Bergamo e Brescia, è una gemma di rara bellezza. Sulle sue rive sorgono antichi borghi, come quello di Pisogne, splendide piazze come quella del Porto a Lovere, e cittadine pittoresche come Riva di Solto. Iseo è il luogo ideale per una passeggiata sul lungolago, o per un tuffo nell’arte visitando la piazza ottocentesca che ospita la Pieve di Sant’Andrea, dov’è custodita la famosa pala d’altare raffigurante San Michele Arcangelo di Francesco Hayez. Clusane di Iseo è la regina della gastronomia locale grazie alle sue caratteristiche trattorie, dove gustare la tinca al forno o i tipici piatti di pesce locali.

Assolutamente consigliabile è una gita in battello sul lago, per poter godere di una piacevolissima esperienza, esplorandolo da diversi punti di vista e facendo tappa nelle località che più incuriosiscono. La perla del lago è Montisola, una montagna su un’isola, che divide in due il Lago d’Iseo, la sponda bresciana da quella bergamasca. Resterai affascinato dalla quiete del luogo e dai ritmi lenti che la contraddistinguono. Uno dei modi più belli di percorrere l’isola è in bicicletta, noleggiabile una volta sbarcati dal traghetto.

Moltissime sono le opportunità per gli amanti del Trekking e della vita all’aria aperta, che potranno scegliere tra i molti sentieri che dai borghi in riva al lago si inerpicano su fino alle montagne. Le famiglie con bambini potranno fare una passeggiata nel Parco delle Torbiere che ha sentieri adatti a tutti. Se sei un escursionista esperto potrai affrontare percorsi un po’ più impervi, come quelli che portano al Monte Guglielmo (1957 metri di altitudine) o percorrere l’Antica Strada Valeriana che dalla frazione di Iseo arriva a Pisogne.

Il Parco Oglio Nord affascina innanzitutto il visitatore per la ricca flora e fauna che custodisce al suo interno. Complessivamente presenta infatti ben 7 riserve naturali, tutte lungo il tratto centrale del fiume e al confine con il Parco Oglio Sud. Animali, uccelli e un’incantevole flora che riguardano sia le zone circostanti che le acque stesse del fiume.
Ma il Parco Oglio Nord è anche molto altro. Stupisce infatti il visitatore grazie ai borghi, le ville e i castelli che costeggiano il fiume lungo il suo corso. Queste arricchiscono la bellezza paesaggistica, dando allo stesso tempo testimonianza del vissuto e della storia di queste località. Nobili dimore, ma anche antiche fortificazioni difensive a ricordare le piccole e grandi dispute tra abitanti di Brescia e Cremona, Orzinuovi e Soncino ed altre località del posto.

Dove Mangiare

Dove Dormire